Slider

Cosa può essere donato – Il Trapianto di Cellule

Il Trapianto di Cellule

Il trapianto di cellule è tra le materie di studio e sperimentazione più all’avanguardia e in rapida crescita nel delicato mondo dei trapianti.

Le Cellule Staminali

Le cellule che vengono trapiantate sono le staminali, cellule presenti in ogni organismo con la funzione di rigenerare e produrre nuovi tessuti.

Rispetto alle altre cellule presenti nel nostro corpo le staminali sono cellule non differenziate, o non specializzate, non hanno cioè ancora una funzione ben precisa all’interno dell’organismo stesso.

Un’altra caratteristica fondamentale delle staminali è che possono riprodursi in maniera pressoché illimitata (ogni giorno generano 200-400 miliardi di cellule nuove), dando vita contemporaneamente ad altre cellule staminali e a cellule precursori di una progenie cellulare destinata a differenziarsi e a dar vita a tessuti e organi come i muscoli, il cuore, il fegato, le ossa ecc.

Cellule Staminali Totipotenti ed Unipotenti

Le staminali possono essere:

  • totipotenti, quando danno luogo a tutti i tessuti, pluripotenti (o multipotenti), quando possono generarne più di uno.
  • unipotenti, quando danno vita solo ad un tipo di tessuto.

Le Cellule Staminali Emopoietiche o Ematopoietiche

Le cellule utilizzate per il trapianto sono le staminali (CSE) emopoietiche o ematopoietiche (sono sinonimi) progenitrici di tutte le linee cellulari del sangue, il che significa che sono in grado di generare globuli rossi, bianchi e piastrine.

Le staminali vanno incontro a un processo di maturazione e differenziamento che dà luogo a cellule sempre più specializzate.

Fondamentale è anche la loro capacità di replicarsi; il loro numero rimane invariato durante tutta la nostra vita anche se dovessero in parte venire prelevate, come avviene ad esempio quando si dona il sangue o il midollo osseo.

Le fonti di Cellule Staminali

Le fonti principali da cui possono essere prelevate le cellule staminali adatte al trapianto sono:

  • Il midollo osseo (trapianto autologo di CSE e trapianto allogenico di CSE)
  • Il sangue presente nel cordone ombelicale al momento del parto (trapianto allogenico di CSE)
  • Il sangue periferico

A differenza della donazione di organi e tessuti, che avviene dopo la morte, quella delle cellule staminali ematopoietiche avviene da vivente.

Il trapianto di cellule staminali sane (detto “infusione”) avviene con una semplice trasfusione di sangue. È sufficiente infatti iniettare in endovena le cellule staminali emopoietiche (CSE), visto che queste sono natural-mente in grado di trovare da sole la strada per colonizzare la zona interessata e produrre i vari tipi di cellule del sangue